Care e Cari del gruppo Vivaio di Coltiviamo Orti in Città

Dopo la costruzione della serra (bisognerebbe però finirla) e dopo le prime semine/trapianti di insalate, cipolle, è venuta la neve, neve e neve. Le piantine, però, sono ancora vive, nonostante i –7 °C delle quattro notti precedenti.
Nel mese di febbraio (fino al 18) possiamo seminare:
insalate, cavoli vari, pomodori, fragoline di bosco, rucola selvatica, prezzemolo , salvia, erba cipollina, cicoria, sedano bianco, origano, astro, dalia, balsamina, portulaca, zinnia, nasturzio, petunia, pisello odoroso, geranio, agerato.
Possiamo continuare a trapiantare insalate, cicoria, cardi da me seminate nella luna giusta di gennaio.
Nei giorni prima della neve abbiamo anche cercato di capire se era possibile portare un cavo di corrente dentro la serra per “forzare” alcune colture (peperoni, melanzane, zucche, zucchine, cetrioli, meloni, cocomere, ecc…) che germogliano solo con una temperatura basale costante, intorno ai 2023 gradi. I costi, il tempo che ci vuole e altri fattori sconsigliano di fare l’operazione. Di conseguenza la serra di Coltiviamo resterà, almeno per quest’anno, una serra fredda che potrà produrre – fino ad aprile – la metà (circa) delle piantarole che comunemente si coltivano nei nostri orti. Da aprile in poi potremo produrre tutto.
Per questa ragione, fin da novembre abbiamo cominciato a parlare di Gaasserra – Gruppo di autoproduzione e acquisto solidale per orti e giardini . Attraverso il Gaasserra, quelli che non vogliono aspettare maggio/giugno per piantare peperoni, melanzane, ecc… potremo acquistare direttamente dai produttori le piante che non riusciamo a produrre nel vivaio fino a maggio/giugno (per esempio i vivai professionali ora consegnano insalate di tutti I tipi e cicorie primaverili, dal 1 di marzo consegneranno quasi tutto).

Care e Cari del gruppo Vivaio di Coltiviamo Orti in Città
Per procedere alle semine ed ai trapianti di febbraio è necessario sapere quali e quante piantarole intendete piantare nei vostri orticelli e balconi ; quante ore settimanali potete dedicare alla manutenzione delle semine e dei trapianti dalla prossima settimana alla fine di giugno.
Colgo l’occasione per rammentarVi che quasi tutte le info di cui sopra erano contenute nella lettera inviata agli iscritti di Ortiacasatua
Ortiacasatua
luogo di scambio, di conoscenza e relazioni fra persone
Siamo un gruppo di più di 140 persone che vuole condividere consigli, idee e lavoro per iniziare a fare l’orto e produrre verdure per la propria tavola e semplici fiori per la casa. Le persone scelgono di restare collegate tramite le informazioni o attraverso il lavoro comune o tutt’e due. Per far parte di ortiacasatua è sufficiente iscriversi a ortiacasatua@gmail.com L’ISCRIZIONE A ORTO A CASA TUA È GRATUITA. E’ in fase di costruzione il Blog http://www.ortiacasatua.wordpress.com/ (se qualcuno vuol dare una mano a Carla è benvenuto)