Il VIVAIO IN CASA

Abbiamo bisogno dell’aiuto di un vivaista esperto e di una serra nella quale condurre i nostri esperimenti e riparare le piante nelle stagioni fredde. Nel frattempo faremo germogliare i semi sui davanzali delle finestre, negli angoli riparati e luminosi delle case. Avviare in casa un piccolo vivaio non è impresa facile, pur se bellissima. Una certa difficoltà risiede nella temperatura basale, cioè della terra che è nel piccolo vaso e che ospita i nostri semi. Se la temperatura non raggiunge la gradazione necessaria il seme non nasce. Il seme germoglia quando si fida della temperatura della terra su cui dorme. Il seme ricorda la sua origine ed il luogo della sua origine. Così la melanzana che proviene dal medio oriente non germoglia prima che il terreno abbia raggiunto la temperatura ottimale: tra i venti ed i 16 gradi ma non meno di 12 gradi. Se ci sono degli sbalzi di temperatura sotto i 12, il seme teme le gelate (la morte) ed aspetta a nascere. Certe volte però semi e piante si imbrogliano e, dopo 20 giorni di temperatura primaverile a ottobre fioriscono. La gelata successiva porta via la frutta di un anno. Nei vivai si usa la forzatura della temperatura basale. Con acqua calda o resistenze o aria si porta la temperatura del terreno a 20 gradi per molti giorni. Il seme si fida e germoglia. Mantenendo la temperatura dell’aria a non meno di 20 gradi la melanzana cresce e fruttifica anche in pieno inverno. Succede così per le verdure fuori stagione, quelle che purtroppo compriamo tutti i giorni. Noi forzeremo solo un po’ la nascita dei semi per anticipare di poco i trapianti, ma non forzeremo, se non in modo naturale, la produzione.

Digital Camera

PREPARAZIONE DELLE MINI SERRE PER LA SEMINA IN CASA di INSALATA, CIPOLLA, POMODORO, PEPERONE, MELANZANA, ZUCCHINA.

Per accelerare il processo di germinazione si usano delle mini serre, comprate o costruite, riscaldate o fredde.
Le serrette casalinghe comprate si trovano dovunque. Hanno 2 o 3 piani, sono coperte con PVC trasparente con cerniera e costano dai 23 ai 150 €. Stanno sul balcone. In questo caso ospitano i vasi con i semi ed i germogli fin dalla semina e non bisogna portare dentro e fuori (di giorno e di notte) i vasi con i semi ed i germogli. Innaffia (poco) ogni giorno con acqua a temperatura di casa. Costano pocogli scatoloni di PVC trasparenti per la biancheria. Bisogna fare alcuni buchi sul coperchio così le piante respirano. Anche queste serrette possono stare sul balcone e ospitare i vasi con i semi ed i germogli fin dalla semina e non bisogna portare dentro e fuori (di giorno e di notte) i vasi con i semi ed i germogli. Le serrette casalinghe autoprodotte si fanno con cassette da frutta (di plastica o di legno) a cui si tolgono le pareti laterali, in modo che la luce filtri anche di lato.

Digital Camera

Si fasciano le pareti con vetro, PVC, TNT o film plastico da alimenti. Il coperchio è fatto con un vetro appoggiato. Anche queste serrette possono stare sul balcone e ospitare i vasi con i semi ed i germogli fin dalla semina e non bisogna portare dentro e fuori (di giorno e di notte) i vasi con i semi ed i germogli. Innaffia (poco) ogni giorno con acqua a temperatura di casa. La miniserra sul balcone deve avere la luce del sole. Se non c’è luce sufficiente le piantile “filano”. Diventano lunghe e sono da buttare. Quando nei germogli compare la terza foglia, estrai dalla terra a una a una le piantine e trapiantale. Insieme vedremo come fare. Scambia o regala le eccedenze o mangiatele in insalata come germogli.
Servono: vaso/i, cutter, cassette da frutta di legno o di plastica, tenaglie, forbici, film plastico, TNT o PVC trasparente, scotch trasparente grosso, corda, filo di ferro. Il vetro si compra bene nelle discariche con annessi punti vendita. Oppure ci si fa tagliare un pezzo a misura dal vetraio. Sempre sabato 15 vedremo insieme i metodi più semplici per la forzatura delle temperature basali.

SEMINA IN MINI SERRA di INSALATA, CIPOLLA, POMODORO, PEPERONE, MELANZANA e ZUCCHINA

I semi di Insalata, Cipolla Bianca, Rossa e Gialla, Pomodoro, Peperone, Melanzana e Zucchina si possono piantare in vaso per fare vivaio. In una bustina di insalata ci sono dai 600 ai 900 semi. Per la cipolla ci sono 200-300 semi. Per il pomodoro 300-400, peperoni 150, melanzana 200-250, zucchine 4-8 semi. Di conseguenza, in un vaso di 30 cm di larghezza ce ne va un pizzico, oppure 3-4 semi di zucchina, ad una profondità di 0.5 cm. Appena sotto terra. Sulle qualità di cipolla vedi sopra. Le qualità di insalata sono tantissime. Le qualità di pomodoro sono almeno 4: da conserva, san marzano (?) ciliegino datterino. Le qualità di peperone sono infinite, comprendendo le piccanti. Le melanzane sono sostanzialmente 3: tonda, lunga e bianca. Anche le zucchine sono 3: scura, chiara e trombetta. Ognuno di noi può mettere in un vaso una bustina per specie e poi scambiare le piantine. Nel retro delle bustine è indicato il periodo migliore di semina.

Digital Camera
Guarda la tabella delle semine al sito di Arcoiris. I semi preferiscono essere bagnati per una notte in acqua o vino. Se non usi le miniserre da balcone, puoi seminare un pizzico di semi a tua scelta in un vaso. Copri il vaso con un vetro. Metti il vaso in cucina o in bagno in attesa del lieto evento. Quando spuntano i germogli metti il vaso – di giorno – sul balcone o sul davanzale in luogo riparato, ma alla luce. Se non c’è luce sufficiente le piantile “filano”. Diventano lunghe e sono da buttare. Di sera riportalo in casa. Innaffia (poco) ogni giorno con acqua a temperatura di casa. Quando nei germogli compare la terza foglia, estrai dalla terra a una a una le piantine e trapiantale. Insieme vedremo come fare. Scambia o regala le eccedenze o mangiatele in insalata come germogli. Il vetro si compra bene a Porta Aperta in San Cataldo.