Qui da noi va bene il verde d’Argenteuil. Diventa bianco se lo fai crescere sotto terra. Si può partire da seme oppure comprare le zampe di tre anni, come ha scelto di fare Carla per guadagnare tempo. E’ una pianta rustica che cresce bene su tutti i terreni sciolti e ricchi di sabbia, tranne che su quelli con sassi e ghiaia. Sono sufficienti 30 Kg di letame o compost all’anno per ogni 10 metri di coltura, da interrare il primo anno sotto le zampe e gli anni successivi a dicembre sul terreno, dopo aver tagliato i rami secchi. Nel primo e secondo anno dopo l’impianto si deve irrigare frequentemente. Poi quasi si arrangia da solo.

Gli asparagi stanno bene a coppie. Scava una buca profonda 70 cm e larga 90 cm. Riempi il fondo con 30 cm di argilla espansa o sassi. Copri con 20 cm di terra e letame maturo. Sopra deposita le due zampe ben aperte e leggermente potate per pareggiare l’apparato radicale, a 40 cm l’una dall’altra. Copri con 10 cm di terra il primo anno e con altri 10 cm di terra e letame per i successivi tre anni. Poi dal 4° anno al 15° metti solo letame e zappa leggero verso novembre o dicembre, quando tagli la parte aerea e secca.
Quest’anno la zampa produce 3- 4 asparagi che tu lascerai crescere e andare a frutto. Consocia e pianta sulla stessa terra insalate, cetriolo, prezzemolo e pomodoro. Aiuta le piante e allontana la malattia principale dell’asparago che è il mal vinato. Innaffia. A novembre del primo anno d’impianto taglia la parte secca ed aggiungi terra e letame. Il secondo anno stessa operazione. Consocia e pianta sulla stessa terra insalate, cetriolo, prezzemolo e pomodoro. Innaffia. Solo al terzo anno di impianto puoi prelevare asparagi, da aprile alla fine di maggio. Lascia i più piccoli che vanno a seme e nutrono le radici. Ora puoi goderti gli asparagi.