Ostuni:  31 ottobre – 1,2,3 novembre 2015

Andrea e Giulia hanno due terreni piantati a olive. Le piante non sono trattate (non lo sono mai state). Il terreno piccolino ha ulivi giovani, facili da  raccogliere, anche a mano. Non sono moltissimi e hanno poche olive. Con lo
scuotitore a mano basterà meno di un giorno per raccogliere le olive.
Nell’altro terreno, invece, ci sono molti più olivi, delle fantastiche piante  centenarie, che sembrano statue. Lì è praticamente indispensabile chiamare il tipo con lo scuotitore a trattore che comunque si porterebbe la sua squadra
di 3 / 4 persone. Noi daremo una mano nel raccogliere le olive che rimangono sugli alberi dopo il passaggio del trattore.
Infine porteremo le olive in un frantoio piccolino. L’olio buono è quello di olive non massacrate da pesticidi, spremuto a novembre ( bassa acidità) e a freddo. L’olio viene imbottigliamo direttamente lì al frantoio dopo la spremitura. Il frantoio fornisce il documento di trasporto direttamente a nostro nome cosi se ci fermano siamo tranquilli. Per chi raccoglie il prezzo dell’olio è di € 7 al litro ( compreso il trasporto da Ostuni a Modena).               Andrea e Giulia vendono il resto dell’olio ad una cifra superiore per pagare le spese e i viaggi di andata e ritorno sono a carico dei raccolglitori.                                                                                                                                                                        E’ possibile fare una assicurazione del valore di € 25 che copre l’intero periodo di raccolta.                                            Per dormire a Ostuni saremo ospitati in una casetta che è nel terreno più piccolo.

Info e organizzazione : ortiacasatua@gmail.com – 348 936 11 84

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: